Francia: si suicida funzionario di polizia coinvolto nelle indagini di ‘Charlie Hebdo’

Share

Roma, 9 Genn. (Seven Network) – Il vice direttore dell’Ufficio regionale di polizia giudiziaria di Limoges si è suicidato nella notte tra mercoledì e giovedì, sparandosi alla testa con l’arma di ordinanza nel suo ufficio.

Secondo quanto riportato dal quotidiano ‘Le Populaire du Centre’, faceva parte di una missione che collaborava alle indagini di polizia nel quadro della vicenda Charlie Hebdo.

Questo suicidio si verifica dopo poco più di un anno dalla morte di un altro responsabile del servizio regionale di polizia giudiziaria di Limoges. Nel novembre 2013, il numero 3 dello stesso ufficio si suicidò in circostanze misteriose e fù proprio il Commissario morto lo scorso mercoledì a scoprire l’accaduto.

44 anni nato a Limoges, iniziò la carriera nel 1997 come un ufficiale di polizia presso la sede regionale della polizia giudiziaria di Versailles, prima di tornare a Limoges. Nel 2007 divenne commissario, dopo due anni alla scuola di Saint-Cyr du Mont-Dore, prima di essere nominato capo della sicurezza dipartimentale dell’Alta-Vienne. Nel settembre 2010 fù nominato Commissario centrale presso la città di Cherbourg (Manche). Prima di tornare a Limoges nel mese di agosto 2012 era stato nominato vice direttore del servizio di polizia regionale.

La notizia ha scosso la polizia di Limoges, già duramente colpita dagli eventi delle ultime ore: “Siamo tutti abbattuti. Era molto umano e vicino alla gente “, ha dichiarato Pascal Cayla del sindacato Alliance polizia nazionale.

E’ stata aperta inchiesta e sono attesi gli esiti del’autopsia, ma finora non è stato possibile stabilire alcun legame tra i fatti che stanno sconvolgendo la Francia e la causa del suicidio.

Share
Informazioni su Redazione 427 Articoli
Ogni individuo ha il diritto alla libertà di opinione e di espressione, incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere. Dichiarazione Universale dei Diritti Umani Art.19